Cooperazione internazionale

La Città  di Pola è tradizionalmente una città  aperta alla collaborazione internazionale i cui inizi risalgono all'incirca cinquant'anni fa quando hanno avuto luogo i primi contatti con la Città  di Graz. La collaborazione internazionale di Pola già  dagli inizi era proficua: nel periodo dal 1970 alla prima metà  degli anni ottanta le relazioni di Pola con altre città  si ampliano e vengono firmati i documenti di gemellaggio con la città  tedesca di Treviri, la città  austriaca di Graz, le città  italiane Imola e Verona, e Kranj in Slovenia, mentre in Croazia gli stessi documenti vengono firmati con Čabar e Varaždin.
imagesCAS3CF1T_01.jpg
Le nostre città  gemellate e amiche dall'Italia e dall'Austria nel corso della Guerra patriottica erano le prime a porgere l'aiuto umanitario per le vittime della guerra, i rifugiati ed esiliati e ad alleviare le conseguenze della guerra. Verso la fine degli anni novanta con l'onnipresenza del processo di decentralizzazione viene profilata la necessità  delle città  per ogni tipo di collaborazione. I legami di amicizia stabili e i contatti continui ci sono tuttora, oltre che con le città  gemellate con Vienna la capitale dell'Austria, con le città  ungheresi di Szeged, Pecs e Budaors, come pure con la città  di Sarajevo, la città  macedone di Veles, con la città  russa di Novorossiysk e altri.
Nel 2005 ha iniziato la collaborazione con altre due città : la città  giapponese di Hekinan, che ha ospitato la Repubblica di Croazia durante l'Esposizione mondiale EXPO 2005 in Giappone e con la città  francese di Villefranche - de- Rouergue, nella quale è stato eretto il monumento ai croati caduti durante la Seconda guerra mondiale in questa città .
hand-shake_01.jpg
Importante pure la collaborazione con le città  dei paesi europei assieme alle quali vengono gestiti in comune i programmi di cooperazione nell'ambito delle attività  comunali, nell'economia, nel turismo, come pure programmi culturali, educativi e sportivi e programmi di scambio dedicati ai bambini e ai giovani. Negli ultimi anni sono infatti proprio i contatti intensivi e la collaborazione con le città  gemellate che hanno stimolato l'inclusione della Città  di Pola nei processi europei d'integrazione, ossia dei progetti transfrontalieri della Commissione europea.
LogoEDay_02.jpg